ASSOTURISMO Confesercenti Roma, invasione di turisti tra Capodanno e la Befana

Il neo Presidente di Assoturismo Confesercenti Roma, Angelo Di Porto, fa sapere che i dati del turismo sono buoni: "La previsione di chiusura per l'anno 2022, precisa il Presidente, si attesta, secondo nostre rilevazioni statistiche, intorno ai 13 milioni di arrivi e circa 31 milioni di presenze. Dati non comparabili, aggiunge, con il 2021 dove è crollato il turismo in tutta Italia e ancora nulla a che vedere con il 2019, dove la chiusura era stata più alta con 19 milioni di arrivi".

Il turista - fanno sapere dalla direzione di Assoturismo Roma - ha ripreso a viaggiare sia dai paesi UE che quelli fuori unione europea. Sono tornati gli americani e soprattutto sono aumentati i voli diretti da e per gli Stati Uniti. Mancano i russi e l’Asia ma sul fronte Cina, dove ancora è alto lo spettro del Covid, alcune città hanno riprogrammato i voli diretti per il nostro paese. Un esempio è il volo diretto Chongqing-Fiumicino, città della Cina ai più sconosciuta ma che conta 31 milioni di abitanti. Purtroppo tante altre rotte vedono ancora molti scali intermedi, un problema per l'Italia e Roma perché di fatto spezzano i flussi turistici diretti e creano concorrenza.

Il ponte dell'immacolata è trascorso con ottimi risultati: stando ai dati raccolti dall'associazione di Confesercenti, con camere prenotate per il 75% sulla capitale e nel periodo tra Capodanno e la Befana si prevede un'occupazione di camere fino al 85%.
La punta massima tra prenotazioni alberghiere, ristoranti e visite ai musei si raggiungerà nei tre giorni di fine anno, dal 31 al 2 gennaio. In questa fine d'anno si prevede il tutto esaurito anche grazie al concertone di capodanno al Circo Massimo. Torneranno i giovani nella capitale che tendenzialmente preferiranno soggiornare più nell'extra alberghiero come b&b e case vacanza. A differenza dei dati dell'intero anno questi di capodanno sono forse poco più alti rispetto al 2019.

"Dopo il Covid - commenta Angelo Di Porto - la guerra, che purtroppo non è finita, il comparto turistico è finalmente tornato almeno a sorridere in questi mesi, recuperando in parte quello che era andato perso negli anni scorsi. Il turismo è il comparto più importante per l'economia della nostra città. Rimane però la preoccupazione per la contrazione di gennaio-marzo, mesi di bassa stagione con il problema del caro energia”.

Secondo Assoturismo Roma, rimane aperta la problematica ventennale del traffico urbano privato che assedia il centro storico, in mancanza di un servizio pubblico capillare ed ecosostenibile. Infatti su 300 turisti intervistati in vacanza nella capitale durante l'Immacolata, il 60% si è lamentano dei servizi di mobilità pubblica e del troppo traffico, il restante 40% sul decoro della città.

Francesca Duimich presidente delle guide turistiche di Roma Federagit fa sapere che: “ i monumenti più apprezzati rimangono sempre Colosseo, Musei Vaticani e Pantheon. Qualche problema c’è nella reperibilità di ticket per il Colosseo, prenotatili solo on line senza una reale cassa fisica in loco e poi il problema dell’abusivismo delle professioni e i saltatila”.
Il trend di crescita, precisa Assoturismo Roma, non si esaurirà con l'epifania. Roma si prepara ad appuntamenti importanti come il Giubileo 2025 e attende con ansia il risultato della candidatura di EXPO 2030.
Come l'Assessore ai grandi eventi di Roma Capitale ha dichiarato, ci aspettano appuntamenti importanti sia nella moda, che nella musica, lo sport con la storica Ryder Cup del prossimo anno: il primo evento sportivo per movimentazione di denaro, dove si prevedono introiti tra i 600 milioni e il miliardo di euro in soli 15 giorni.
Assoturismo poi critica sulla festa della Befana a piazza Navona. Tutto da rifare per i prossimi anni, non è più la festa di decenni fa quando la piazza straboccava di banchi non solo di prodotti natalizi ma anche di tipicità enogastronomiche del Lazio.

"Gli eventi per Roma , conclude Angelo Di Porto, sono fondamentali, servono non solo ad attrarre turismo ma a far tornare anche chi è già venuto. Anche noi come Assoturismo Roma stiamo progettando piccoli eventi di qualità nel centro storico per il 2023. E' necessario con il Campidoglio fare squadra sulle linee strategiche per il futuro e occorrono anche aiuti dallo Governo perché Roma Capitale merita più risorse".