Legge di Bilancio 2020: le nuove disposizioni in materia fiscale

Il decreto fiscale è legge. Il Governo ha incassato la fiducia al Senato con 166 voti favorevoli, 122 voti contrari. Il provvedimento, approvato senza modifiche dopo la prima lettura della Camera, diventa così legge.

Ecco le principali disposizione di interesse del settore commercio:

LOTTERIA SCONTRINI: si posticipa la lotteria scontrini al primo luglio 2020, con un meccanismo di segnalazione qualora l’esercente si rifiuti di trasmettere il codice utente per partecipare alla lotteria.

CERTIFICAZIONI FISCALI E PAGAMENTI ELETTRONICI: si stabilisce che gli esercenti che svolgono attività di commercio al minuto o attività assimilate, per le quali non è obbligatoria l'emissione della fattura se non a richiesta del cliente, possano assolvere agli obblighi di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri mediante i sistemi di incasso “c.d. evoluti”, ossia che prevedano la possibilità di utilizzo di mezzi di pagamento elettronico, quali carte di credito o di debito e che consentano la memorizzazione, l’inalterabilità e la sicurezza dei dati.

CREDITO D'IMPOSTA SU COMMISSIONI PAGAMENTI ELETTRONICI: viene introdotto un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per transazioni effettuate con carte di con carte di credito, debito o prepagate, a decorrere dal 1° luglio 2020. Il suddetto credito è riconosciuto agli esercenti i cui ricavi e compensi riferiti all’anno d’imposta precedente non eccedano l’importo di € 400.000,00.

FISCO: si differisce al 30 settembre il termine per la  presentazione del modello 730, con un termine mobile per effettuare il conguaglio d’imposta. Cambiano anche i versamenti della prima e seconda rata degli acconti IrpefIres e Irap per i soggetti Isa e per i soci di società con redditi prodotti in forma associata o in regime  di trasparenza fiscale, prevedendo due rate di pari importo da versare nei termini ordinari.

FONDO PMI: viene rifinanziato il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di 670 milioni di euro per l’anno 2019.

CONTANTE: si prevede la progressiva riduzione della soglia per l’uso del contante che, dagli attuali 3.000, è destinata a raggiungere 1.000 euro dal primo gennaio 2022.

GIOCHI: aumenta, dal 10 febbraio 2020, il prelievo  erariale unico (Preu) sugli apparecchi da intrattenimento, fissato  rispettivamente al 23 per cento per le new slot e al 9 per cento per le videolottery. Vengono anche prorogati al 30 giugno 2020 e al 30 settembre 2020 i termini per indire le gare relative, rispettivamente, alle concessioni di raccolta delle scommesse e del Bingo. E vengono escluse dall’imponibile le vincite della lotteria degli scontrini e  sono previsti premi aggiuntivi per i pagamenti elettronici.

Inoltre, viene istituito il Registro unico degli operatori del gioco pubblico presso l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, a decorre dall'esercizio 2020.

MALTEMPO: è prevista l’erogazione di 40 milioni di euro, che andranno nel Fondo per le emergenze nazionali, al fine di fronteggiare le  emergenze connesse con gli eccezionali eventi meteorologici occorsi  nei mesi di ottobre e novembre in diverse regioni del territorio nazionale.

RAVVEDIMENTO OPEROSO: la possibilità di correggere gli errori con il fisco viene estesa a tutti i tributi, inclusi quelli regionali e locali.

TARI: proroga la modalità di misurazione della Tari sulla base di un  criterio medio-ordinario; fissa al 30 aprile il termine di deliberazione delle tariffe Tari per l’anno 2020; prevede l’accesso a condizioni tariffarie agevolate agli utenti domestici che si trovino in condizioni economico-sociali disagiate; consente, dal primo gennaio 2021, l’accesso in modo automatico al bonus sociale.