Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione
Assoturismo: contrari al contingentamento turistico a Fontana di Trevi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Agosto 2018 12:12

10c5a4e26c5507f9863b99e490b6baee

Assoturismo Roma fa sapere in una nota "che è contraria al contingentamento dei turisti per la visita a Fontana di Trevi così come ipotizzato dal governo capitolino per la salvaguardia del monumento".

Parla il segretario del turismo di Confesercenti Roma e Lazio che tra l’altro è anche storico dell’arte, Daniele Brocchi: "Siamo assolutamente contrari al contingentamento dell’area per la visita a Fontana di Trevi. La fontana insiste in una piazza pubblica è parte della decorazione del palazzo Poli e quindi deve essere ammirata dai turisti e dai cittadini”.

"Assoturismo - si legge ancora - rivendica semmai il fatto della mancanza di controlli permanenti e severi". Continua Brocchi: "non è possibile che si possa arrivare fin sopra i marmi scolpiti della fontana, che si possa mettere i piedi a bagno o addirittura che intorno alla fontana ci sia un Suk di abusivi. Servono i controlli permanenti con multe salatissime”. "Un contingentamento alla fontana creerebbe seri problemi per l’organizzazione dei tour, come già comincia a crearlo il nuovo piano bus varato dall’assessorato alla mobilità del Campidoglio - Conclude Brocchi -. siamo favorevoli invece oltre che ai controlli permanenti, ad un percorso obbligato, veloce senza sosta che possa far usufruire della fontana senza approfittare in maniera spregiudicata di questo bene prezioso. Per il percorso basta un semplice corridoio fatto di transenne a norma e non progetti di arkistar".

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Agosto 2018 12:26
 
Turismo: no alla gratuità nei Musei in alta stagione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Agosto 2018 10:50

2018 08 10

Nel merito del dibattito in corso, Federagit – Confesercenti – Associazione di Categoria delle Guide Turistiche di Roma esprime netta contrarietà nei confronti della gratuità concessa nei mesi di alta stagione, quando i grandi attrattori come il Colosseo sono già presi d’assalto. Le domeniche gratuite hanno comportato effetti negativi sulla sicurezza delle persone e dei monumenti. Al Colosseo, quando all’interno si raggiunge il limite di 3.000 persone, viene bloccato l’ingresso, le file si allungano quindi in maniera esagerata. Oltre al pesante disagio per persone anziane e bambini di stare sotto il sole o sotto la pioggia, le lunghe file di visitatori in attesa di passare per il “metal detector”, diventano un facile bersaglio per eventuali terroristi. La sospensione delle prenotazioni in quelle giornate ha aggiunto altro disagio.

Le gratuità devono essere concentrate unicamente nella bassa stagione tra novembre e febbraio (ad eccezione dei periodi delle feste). In tal modo la gratuità può funzionare da fattore di de-stagionalizzazione, attraendo visitatori nei mesi di bassa stagione.

Questo avevamo scritto alla Direzione del Parco Archeologico del Colosseo già il 15 marzo 2018, in tempi non sospetti, ossia prima che il dibattito sconfinasse, in alcuni casi, in posizioni a favore di un Ministro o contro un altro Ministro. La nostra presa di posizione non ha nulla a che vedere con la propaganda partitica, ma è frutto dell’osservazione dei fatti : in alta stagione con la domenica gratuita, la visita del Colosseo è un vero incubo che non permette di apprezzare quanto si visita. C’è pertanto bisogno di un adattamento dello strumento, alla luce dell’esperienza.

La gratuità può essere un utile strumento per promuovere monumenti e musei visitati meno di quanto potrebbero (diffondendone un’adeguata informazione).

00436077.jpg

Francesca Duimich :” A Roma i turisti sono tutti in fila e poi accalcati per vedere tre monumenti, quando ce ne sono centinaia di grandissimo interesse. Per una gestione adeguata dei flussi turistici, c’è enorme bisogno di una promozione che faccia intendere all’ “immaginario turistico” internazionale (che ha assimilato certi “doveri del turista”, in inglese i cosiddetti “must see”), che sono molte altre le creazioni dell’ingegno umano degne di interesse”.

Ci sembra valida la decisione di lasciare l’autonomia ai Direttori dei Musei, in modo che possano adattare questo strumento alle specificità del monumento.

Per chi sostiene che le famiglie vengono penalizzate dalla decisione di abolire le domeniche gratuite, ci sono varie offerte di cui tenere conto. Per i minori di 18 anni provenienti da tutto il mondo, i musei di proprietà statale garantiscono già la gratuità per tutto l’anno. Per i cittadini UE tra i 18 e 25 anni, è previsto il biglietto ridotto.

A Roma ci sono ben quattro musei di proprietà del Comune che sono gratuiti tutto l’anno. Con la card dal costo annuo di 5 €, i residenti possono visitare tutti i musei e siti di proprietà del Comune (una ventina, tra cui i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano, l’Ara Pacis - cf. www.museiincomune.it). Per le Chiese a Roma, che contengono opere di immenso valore, diversamente da altre città, la visita è gratuita. C’è quindi da scoprire ed usufruire di un’offerta culturale notevole.

Il patrimonio culturale costituisce parte dell’identità culturale collettiva delle comunità. Riteniamo che le gratuità e le promozioni dovrebbero essere pensate per favorire la conoscenza delle proprie radici culturali.

I monumenti hanno bisogno di manutenzione, restauri, anche solo tenerli aperti comporta un costo che non può essere sottovalutato.

Con il sistema attuale, si verifica una perdita di introiti per le casse pubbliche che riteniamo ingiustificato. Mentre il Colosseo è affetto da quello che è stato chiamato “over-tourism”, eccesso di turismo, non comprendiamo il senso di permettere a masse di turisti stranieri di non pagare le visite che effettuano. Se i turisti spendono centinaia o migliaia di euro per effettuare il loro viaggio, sarebbe giusto lasciare qualche euro per mantenere e restaurare i monumenti che visitano.

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Agosto 2018 12:29
 
Chiusura estiva degli uffici PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Agosto 2018 10:45

1533851446084

 
Buon ferragosto: anche il Fisco va in ferie. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 06 Agosto 2018 11:07

Anche il Fisco “va in ferie”

fonte: confesercenti.it

I contribuenti non hanno scadenze sino al 20, tranne che per un ravvedimento e due regolarizzazioni

Anche il Fisco “si prende qualche giorno di vacanza”. Infatti, il prossimo giorno di scadenze per versamenti e dichiarazioni è il 20 agosto, tranne che per qualche ravvedimento operoso (il primo agosto quello sui tributi che dovevano essere pagati entro il 2 luglio 2018) e regolarizzazioni, il sei agosto (per le attività finanziarie all’estero per ex frontalieri/ex AIRE va presentata istanza integrativa e ravvedimento) ed il 16 agosto (versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 luglio 2018, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo).

Lo riporta FiscoOggi, il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate che spiega come in quella giornata:

1. i commercianti al minuto e assimilati devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di luglio per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale;

2. ultimo giorno utile per effettuare l’annotazione in un unico documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di luglio.

3. i contribuenti Iva devono provvedere all’emissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di luglio, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti.

4. sempre i contribuenti Iva devono provvedere al versamento della sesta rata dell’Iva relativa al 2017 risultante dalla dichiarazione annuale, con la maggiorazione dell’1,65% a titolo di interessi.

5. gli esercenti attività di intermediazione immobiliare e i soggetti che gestiscono portali telematici mettendo in contatto persone in ricerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare, intervenuti nella conclusione di contratti di locazione breve o nel pagamento dei relativi canoni o corrispettivi, devono comunicare all’Anagrafe tributaria i seguenti dati relativi ai contratti stipulati nel 2017 per il loro tramite: nome, cognome e codice fiscale del locatore, durata del contratto, importo del corrispettivo lordo, indirizzo dell’immobile.

6. le persone fisiche, titolari di partita Iva, nonché le società di persone ed enti equiparati che hanno scelto il pagamento rateale, devono versare la terza rata delle imposte risultanti dai modelli Redditi e Irap 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,49%, e del saldo dell’Iva relativa al 2017 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2018 – 30/6/2018 e con successiva applicazione degli interessi nella misura dello 0,49%. Si tratta invece della prima (o unica) rata per tutti i contribuenti – titolari o no di partita Iva – che si sono avvalsi della facoltà di differire il pagamento di trenta giorni, applicando la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

7. i soggetti Ires con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare e approvazione del bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, che hanno scelto il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 2 luglio, devono versare la terza rata delle imposte risultanti dai modelli  Redditi Sc e Irap 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,49%, e del saldo dell’Iva relativa al 2017 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorato dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2018 – 30/6/2018 e con successiva applicazione degli interessi nella misura dello 0,49%. Si tratta invece della prima (o unica) rata per i soggetti che si sono avvalsi della facoltà di differire il pagamento di trenta giorni.

8. ultimo giorno utile per regolarizzare i versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 luglio dai contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi.

9. i sostituti d’imposta devono versare le ritenute operate nel mese di luglio sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi, nonché le somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti o sulle rate di pensione corrisposte nel mese precedente.

10. sempre i sostituti d’imposta devono versare l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionale e comunale, nella misura del 10%, sulle somme erogate, nel mese di luglio, ai dipendenti del settore privato in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

11. i sostituti d’imposta che durante l’anno corrispondono soltanto compensi di lavoro autonomo a meno di quattro soggetti ed effettuano ritenute inferiori a 1.032,91 euro, che si avvalgono della facoltà di eseguire i versamenti entro il trentesimo giorno successivo al termine previsto devono versare le ritenute operate nel 2017 (comprese quelle su indennità di cessazione del rapporto di agenzia) con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo con indicazione del codice tributo 1040, mentre per le ritenute alla fonte su provvigioni devono indicare il codice tributo 1038.

Cogliamo l’occasione per indirizzare a tutti gli imprenditori e collaboratori, ai nostri soci e alle loro famiglie un augurio forte e sincero di Buon Ferragosto. Gli Uffici della Confesercenti di Roma saranno chiusi per la pausa estiva a partire dal lunedi 13 agosto al venerdi 31 agosto.

 
Il Vantaggio di essere Socio: convenzione trasporti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 23 Luglio 2018 12:33

Logo_Fiat_Chrysler_Automobiles-1024x391.pngford_logo.jpgald_automotive_logo.jpg

Una nuova importante convenzione per i soci Confesercenti nel settore dei trasporti:

sottoscritta l'accordo con FCA - Fiat Chrysler Automobiles

Per ogni ulteriore informazione clicca su: Convenzioni settore Trasporti

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Luglio 2018 12:43
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 81

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Agosto 2018 Settembre 2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario