Il ricordo di Gianfranco Antonini: scomparso nella notte dopo una lunga malattia Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 28 Marzo 2018 07:54

Immagine Antonini

Dopo una lunga e sofferta malattia, è scomparso Gianfranco Antonini, un grande amico e collega della Confesercenti.

Alla moglie e alle figlie va l'abbraccio di tutta l'organizzazione.

Gianfranco, nel suo impegno professionale, dopo alcuni lavori vari, ha mosso i suoi passi nel nostro sitema associativo nel 1983, giungendo prima in Faib, la federazione dei benzinai e poi in Confesercenti Roma. Partito, come alcuni di noi, dalla gavetta, ha saputo raggiungere un ruolo di direzione politica e tecnica dell'organizzazione. E' stato dirigente Faib, responsabile per Confesercenti della Sede di Monterotondo, segretario di diverse categorie, tra cui la Fiarc, la Federazione agenti rappresentanti, dell'Assotabaccai e Responsabile dell'Ufficio sviluppo impresa, ruolo che lo ha messo in contatto stretto con il sistema della Camerra di Commercio di Roma. Putroppo nel 2013 è stato costretto a lasciare il lavoro perchè la malattia non gli consentiva più di continuare, ma è sempre rimasto legato al suo impegno professionale ed è ricordato da tutti con grande affetto.

Gianfranco è stato un amico e collega capace, ostinato nella forma e puntigliosità, un tratto distinto del suo carattere ma che ha saputo alternare con lo spirito ottimista e con le sue battute divertenti. Per Gianfranco ci sono sempre state almeno quattro, cinque cose sulla quali con lui non si poteva discutere: in cima a tutto la famiglia e l'adorazione per le figlie, poi, equivalendosi, vengono il lavoro in Confesercenti, l'Inter, la Ferrari e l'impegno per la politica rivolta verso l'interesse dei lavoratori.

La foto lo ritrae sorridente nell'ultimo periodo di lavoro nel suo Ufficio sviluppo impresa che gestiva gelosamente.

Alle esequie, che si sono svolte nella giornata di venerdi 30 marzo nella Parrocchia San Giovanni della Croce, nel quartiere di Roma dove abitava, erano presenti molte persone, famigliari, amici, colleghi e conoscenti, che simbolicamente con la loro presenza hanno dato un ultimo abbraccio a Gianfranco, che ora, dopo il calvario in cui lo ha costretto la malattia, riposa in pace.

A tutti la Moglie e le Figlie, in particolar modo, hanno espresso ed esprimono il ringraziamento per la presenza, la testimonianza di affetto e la vicinanza alla famiglia.  

 

 

           

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Aprile 2018 13:34